Home >Indice generale >  BiografieBeatrice d'Este
 
Sulla beata Beatrice d’Este 
Sulla suggestiva figura della beata Beatrice d’Este molteplici sono le pubblicazioni. La biografia più antica, la Vita B. Beatricis di Alberto di Santo Spirito (databile alla metà del secolo XIII) è stata pubblicata da  
Brunacci G., Della B. Beatrice vita antichissma ora per la prima volta pubblicata con dissertazioni, Padova 1767, che contribuì anche ad identificare il vero autore della Vita che fino ad allora era confuso con l’omonimo Alberto, priore di S. Giovanni Evangelista di Montericco. 
Cenni biografici troviamo nell’anonimo cronista duecentesco, in Chronicon Marchiae Tarvisinae et Lombardiae (aa. 1207-1270), a cura di L.A. Botteghi, R.I.S., n. ed., VIII, parte III, Città di Castello, 1916
Profili biografici troviamo anche in B. Scardeonii, De antiquitate urbis Patavii, Basileae 1560 e in G.B. Pigna, Historia de Principi di Este, Venezia 1571, p. 173-174. 
Nel ‘600 abbiamo due biografie: 
Monterosso A., Trionfal humiltà della B. Donzella di Christo Beatrice d’Este, fondatrice del monastero di Gemmola, co’l catalogo delle abbatesse di tempo in tempo e con alcune note historiche, Padova [1650], che integra - come dice Selmin nell’opera sottocitata - un’opera del monaco cassinese Domenico da Brescia; 
e Tomasini G.F., Vita della B. Beatrice estense, Udine 1652, ristampata più tardi col titolo Vita della B. Beatrice della famiglia de Prencipi d’Este, Padova 1673, e ristampata nel 1754. 
Ancora nel ‘700: 
Cossali P., Panegirico in onore della Beata Beatrice d’Este fondatrice in Gemmola, Padova 1773. 
Esce poi il meritorio lavoro dell’abate Brunacci sopraricordato. Abbiamo poi il: 
Balan P., Memorie della vita di Beata Beatrice I d’Este, Venezia 1878. 
Son da citare, inoltre, i lavori degli eruditi estensi: 
Ortore A., Di una contessa Sabauda andata in isposa ad un marchese d’Este nel secolo XII e della figliuola d’essi venerata sugli altari, Padova 1921. 
Franceschetti F., Figlia e madre di santi. La contessa Sofia di Savoia marchese d’Este (1191-1202), Roma 1925. 
Agiografico il 
Bonomo P., Rievocazione storica dei tempi della Beata Beatrice I d’Este, Padova 1957. 
Di taglio divulgativo e devozionale, per edificazione del popolo: 
De Dompieri A., La B. Beatrice d’este, Torino 1913: 
Todesco L., Cenni sulla vita della B. Beatrice d’Este, Verona 1920. 
Nella Bibliotheca Sanctorum, II, Roma 1962, p. 995 la voce Beatrice I d’Este è curata da D. Balboni; nel Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 43, Roma 1993, p. 326-328 la voce Beatrice d’Este è curata da L. Paolini; accurata la recente voce Beatrice d’Este curata da A. Rigon in Santi e Beati della diocesi di Padova, Padova 1999, p. 39-46. 
I contributi più recenti all’analisi storica della Beata sono: 
Folena G., Beata Beatrix, in Storia e cultura a Padova nell’età di Sant’Antonio, Padova 1985, p. 381-404, pubblicata anche in  
Folena G., Beata Beatrix, in Cultura e lingua nel Veneto medievale, Padova 1990. Allo studioso va il merito di aver rilanciato gli studi sulla beata e d’aver segnalato anche il valore letterario della Vita latina scritta da frate Alberto. 
Sposta l’attenzione sul primo biografo, invece, il saggio di: 
Rigon A., La santa nobile, Beatrice d’Este (+1226) e il suo primo biografo, in Viridarium Floridum. Studi di storia veneta offerti dagli allievi a Paolo Sambin, Padova 1984, p. 61-88. 
Recentissimo, di taglio divulgativo ma non meno prezioso (ed a cui dobbiamo le ricche indicazioni bibliografiche) è il: 
Selmin F. (a cura di), Beata Beatrice. La vita negli antichi testi, Verona 2000, che raccoglie 5 antichi testi dedicati alla beata, con un itinerario sui luoghi di Beatrice e una preziosa rassegna bibliografica. 
E inoltre si veda: 
Bernini F., L’unico documento originale relativo a Salimbene (La monacazione in Ferrara, nel 1254, di Beatrice d’Este), Parma 1948. 
Mostardi F., La Beata Beatrice II d’Este, Venezia 1963. 
Fraron C., Quaderni dell’aurora, maggio 1985: Gemme tra i Colli Euganei: Beata Beatrice d’Este, Schio 1985. 
 
Su altre figure della casata estense a partire dal primogenito della Casa d'Este si veda: 
Meneghini F., Le illustri Donne Estensi, Este 1905. 
Franceschetti F., La Contessa Sofia di Savoia Marchesa d’Este (1191-1202), in “Rivista Araldica”, 23 (1925). 
Tencajolli O.F., Principesse italiane nella storia di altri paesi, Roma 1933. 
Dizionario Biografico degli Italiani, ad vocem “Alberto Azzo”, a cura di G. Bertolini, I, Roma 1960, p. 753-758. 
Conconi M., Il marchese Ugo II Del Manso, un traditore per i Guelfi?, , in “Padova e il suo territorio”, 6 (1991), n. 34, p. 28-29. 
Sugli ultimi esponenti del ramo veneto della famiglia gloriosa già insignita della dignità marchionale — padre e figlio: 
Rossi F., Taddeo e Bertoldo d’Este, condottieri al servizio della Repubblica di Venezia, in “Terra d’Este. Rivista di storia e cultura”, 1 (1991), n. 1, p. 35-63.